Kit videosorveglianza Ip

Oggi giorno la sicurezza è diventata una necessità sempre più pressante non solo per quanto riguarda istituti come banche, uffici pubblici e musei, ma anche aziende e abitazioni private, soprattutto se lontane dalla città e dunque facile obiettivo per malintenzionati che provano a introdursi per rubare. Per scongiurare furti e violazioni del domicilio, anche privati cittadini possono installare – o meglio, farsi installare – un kit di videosorveglianza IP, ossia un sistema di videocamere finalizzare al controllo degli ambienti ventiquattro ore su ventiquattro.

In vendita, anche online, ve ne sono moltissimi modelli diversi; anche i prezzi variano molto: in ogni caso, l’importante è affidarsi a tecnici esperti in grado di indicare il kit di videosorveglianza IP più adatto alle vostre esigenze e di installarlo in maniera corretta, tenendo conto non solo delle zone considerate a rischio (soprattutto, dunque, porte e finestre), ma anche dell’ampiezza dell’inquadratura e della relativa copertura.

È infatti molto importante piazzare le telecamere in punti strategici, da cui è possibile controllare un’ampia porzione di ambiente senza tuttavia incorrere in errori molto frequenti come la scarsa visibilità (ad esempio per mancanza di luce) oppure una messa a fuoco non ottimale.

I kit di videosorveglianza IP sono tanto più efficaci, quanto più riescono a camuffarsi con l’ambiente, riuscendo a passare inosservati: per questo motivo, è importante che le telecamere siano wireless, ossia senza fili difficili da nascondere e soprattutto poco pratici.

Questi kit sono composti da più prodotti coordinati tra loro in modo da garantire a chi li compra e li installa la massima sicurezza: ci sono le telecamere, in diverse quantità a seconda delle esigenze (una sola oppure, più spesso, tre o quattro), il videoregistratore di segnali IP, i vari cavi e soprattutto i software che consentono a queste telecamere di incamerare filmati e trasmetterli agli interessati, ovunque essi si trovino, servendosi della rete internet.

In questo senso, i kit di videosorveglianza IP rappresentano la più recente l’innovazione nel campo dei sistemi di sicurezza visivi: essi, infatti si servono di telecamere IP e e di nvr (diversi dai dvr poiché registrano solo segnali che vengono da telecamere IP) in grado di registrare video digitali caratterizzati da un’alta risoluzione, dunque estremamente precisi e in grado di fornire molte informazioni a chi li visiona.

Questi kit dispongono di particolari software che gestiscono le telecamere (possono essere sia wi-fi che lan) e monitorano costantemente la situazione. Tutti i segnali video catturati dalle telecamere possono essere registrati e salvati per una futura visualizzazione sia su normali Pc con sistema operativo Windows XP, Vista o Seven, sia su Mac o iPad con sistema Android.

Non solo computer, tuttavia: oggi, infatti, è possibile visionare i filmati in tempo reale anche su smarthphone e iPhone. I kit di sorveglianza IP non richiedono competenze particolari, salvo che in fase di installazione e di scelta, poiché è importante individuare il kit più adatto alle proprie esigenze; in materia di sicurezza, attualmente rappresentano il meglio che c’è sul mercato. Poiché il loro costo non è eccessivo (almeno per quanto riguarda i kit base) per una maggiore sicurezza potrebbe essere utile affiancare al tradizionale, e ormai superato, antifurto, anche un sistema di videosorveglianza IP.