Software per Telecamere IP

In ambito software il mercato delle telecamere ip offre innumerevoli opportunità, rendendo l’utilizzo della tecnologia ip nella videosorveglianza un  must che permette di avere massima flessibilità nella gestione di tutto l’impianto. Il ventaglio delle soluzioni software dipende molto dal tipo di  telecamera ip utilizzata, ma grazie alla tecnologie di rete ip è possibile in ogni caso avere software differenti per la visualizzazione e la  comunicazione con la telecamera. I software di base specifici dei produttori possono essere suddivisi in software per impianti di sorveglianza di  piccole, medie o grandi dimensioni, infatti molto dipenderà dalla complessità del sistema, dalle funzioni delle telecamere e dalla tipologia di  tecnologie supportate e dispositivi presenti nel sistema. I software per telecamere ip di base, consentono di effettuare registrazioni di poche  telecamere contemporaneamente, di gestire tramite comandi o tastiere di controllo il movimento delle telecamere ip motorizzate e di configurare  attività automatiche che gestiscano il sistema durante il rilevamento di movimento o da dispositivi I/O esterni.
I software per telecamere ip per la videosorveglianza di medio o grandi dimensioni, invece dispone di sistemi per la visualizzazione e registrazione  contemporanea di un numero elevato di telecamere ip per esterno o per interni con la possibilità di configurarle fin nei particolari (dagli indirizzi ip alle opzioni a livello  hardware) permettendo aggiornamenti firmware, esportazioni, gestione eventi, programmazione movimenti/attività, gestione utenti e possibilità di  realizzare soluzioni scalabile con l’aggiunta semplice di dispositivi esterni che supportino i protocolli standard.
Negli utilizzi più comuni i software per telecamere ip sono costituiti dai browser (internet explorer per windows o safari per mac) che accedono  tramite i protocolli ip standard (http ad esempio ) direttamente alla telecamera di rete da ogni postazione remota o non. Altri protocolli permettono  la visualizzazione delle riprese tramite software per smartphone o lettori RTSP come quicktime o realplayer, oppure invio di fotogrammi via FTP a  cadenza periodica o invio di email con SMTP durante il verificarsi di eventi particolari.