Telecamere videosorveglianza dome

Le telecamere di videosorveglianza dome sono quelle apparecchiature racchiuse in un alloggiamento del tipo “a cupola”. Tale design, compatto e discreto, è stato studiato appositamente per preservare questi apparecchi, evitando che vengano manomessi o spostati. Le telecamere dome consentono una veduta più o meno a 360 gradi. Possono essere installate sui muri, oppure sui soffitti, stile “lampioncino” o “pendolo”.

Gli apparecchi di videosorveglianza dome sono disponibili, sul mercato, in diversi modelli e caratteristiche: esistono dispositivi di videosorveglianza dome con alloggiamento resistente alla manomissione, con risoluzione HDTV, dotati di audio bidirezionale, oppure di power over Ethernet. In commercio si trovano anche telecamere dome con funzioni particolari per le riprese su treni e autobus.

I dispositivi dome vengono utilizzati principalmente per la videosorveglianza di ville, appartamenti, ospedali, uffici, ristoranti, fabbriche. Questo, grazie alla loro economicità e alla compattezza. Mentre precedentemente venivano usati maggiormente per gli interni, successivamente sono stati progettati anche per l’utilizzo esterno: attualmente tali apparecchiature vengono installate, ad esempio, per monitorare i parcheggi. Ciò in quanto hanno un elevato grado di protezione esterno (fino a IPX7, ossia vengono preservate anche se poste, in acqua, in immersione totale) e presentano il vantaggio della robustezza della scocca contro gli eventi vandalici. Per tale motivo, possono quindi tollerare freddo, caldo, pioggia e vento. Altro punto di forza contro i tentativi di furto è che, grazie al design, è difficile comprendere in che direzione la telecamera dome viene orientata.

I dispositivi dome vengono utilizzati anche in notturna, grazie ai raggi infrarossi inseriti nella lente. La luce del guscio di protezione non riflette, in quanto lo stesso guscio spesso è in tinta fumé, per non permettere la vista, dall’esterno, dell’obiettivo. Le telecamere dome ad infrarossi di ultima generazione sono perfino dotate di Intelligent Autotracking, il quale consente di seguire un predefinito target, fissandolo centralmente rispetto all’inquadratura. Tale tipologia a raggi infrarossi rappresenta la soluzione ideale in condizioni di luce scarsa, è efficace e conserva costi contenuti. Per chi volesse acquistare le telecamere dome ad infrarossi, è comunque consigliato utilizzare molto buon senso durante l’installazione; i raggi possono infatti rimbalzare su finestre a specchio, oppure su superfici riflettenti.

Le telecamere di videosorveglianza dome presentano, però, anche dei limiti di visuale: quello di non coprire la medesima distanza di altre tipologia di apparecchi di videosorveglianza. Infatti, una telecamera dome con una discreta focale delle lenti o un buon CCD copre bene fino a 60-70 metri, dai 71 e fino ai 100 si comincia a vedere con qualche difficoltà. Se il cliente necessita di una visualizzazione oltre i 100 metri, è pertanto doveroso optare per un altro tipo di telecamera, quale può essere il modello “bullet”.

Le telecamere di videosorveglianza dome sono consigliate a quegli utenti che devono controllare una piccola area, senza la necessità di spendere grosse cifre. Attualmente, le telecamere di videosorveglianza dome stanno ottenendo grandi consensi sul mercato, in quanto rappresentano la scelta giusta per coloro che desiderano un prodotto efficace, resistente, duraturo, ma anche economico.